Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Giochiamo e impariamo con la Venere di Botticelli - dal Rinascimento ai nostri giorni

Data:

23/06/2019


Giochiamo e impariamo con la Venere di Botticelli - dal Rinascimento ai nostri giorni

Laboratorio creativo per bambini di 5-11 anni

Giochiamo con Venere - dal Rinascimento ai nostri giorni

Con Ernestina Meloni

[BOOK NOW]

La Nascita di Venere, uno dei dipinti più famosi del Botticelli, è considerato uno dei culmini della rappresentazione femminile nell’arte e ha definito un’ideale di bellezza, armonia e grazia riconosciuto universalmente.

Attraverso il tratto unico del Botticelli, Venere è diventata un’icona senza tempo, rendendo il dipinto di cui è protagonista simbolo stesso del Rinascimento.

Durante il laboratorio - unico nel suo genere - analizzeremo insieme l’opera, scoprendone i dettagli che l’hanno resa un capolavoro della storia dell’arte, per poi lasciare spazio alla fantasia dei bambini in un gioco di rimandi tra anatomia, moda e cultura che ci accompagneranno fino ai giorni nostri.

Ernestina Meloni insegna lingua italiana in Gran Bretagna da circa trent’anni tra Oxford e Londra.

Nel 2004 ha vinto The European Language Award e un riconoscimento dell’Ambasciata Italiana per aver creato un modello di insegnamento delle lingue attraverso il movimento e la danza. Sempre nello stesso anno è stata insignita come Cavaliere all’Ordine del Merito della Repubblica Italiana (OMRI).

Nel 2005 è entrata nel Consiglio direttivo della SIAL School - Scuola Italiana a Londra con il ruolo di coordinamento del bilinguismo all’interno del curriculum scolastico.

Evento organizzato in collaborazione con Talia e la valigia delle idee e La scuola italiana a Londra.

 

 

Informazioni

Data: Dom 23 Giu 2019

Orario: Dalle 15:00 alle 17:00

Organizzato da : Istituto italiano di cultura Londra

In collaborazione con : Talia e la valigia delle idee e la scuola italiana

Ingresso : Libero


Luogo:

Italian Cultural Institute

3009