Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Stay safe! #38 - 22 maggio

Data:

22/05/2020


Stay safe! #38 - 22 maggio

Durante la chiusura al pubblico dell'Istituto, in questa pagina vi proponiamo testi e riflessioni di amici e scrittori, talvolta scritti per l'occasione, scelti ogni giorno per voi. Un modo di rimanere vicini, anche nella distanza.

 

‘L’Italia e la coscienza civile: seguendo l’esempio di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino’

La terribile pandemia che ha colpito l’Italia così duramente ha mostrato al mondo un popolo dalle grandi qualità, smentendo tanti cliché duri a morire. Per due mesi gli italiani hanno accettato di non uscire da casa, spesso in abitazioni modeste, piccole, che rendono più complicata la convivenza forzata. Ma lo hanno fatto, senza protestare, disciplinatamente. Poi ci sono stati migliaia di uomini e donne che hanno invece sfidato il virus perché il loro lavoro era essenziale per il bene di tutti. Non solo i medici e gli infermieri che, soprattutto all’inizio, hanno combattuto l’emergenza a mani nude, pagando un prezzo altissimo in vite umane. Ma sono rimasti al loro posto di lavoro, superando la paura del contagio. Parlo anche degli operai, delle commesse dei supermercati, dei farmacisti, delle forze dell’ordine e di tantissimi altri. Persone che hanno dimostrato di avere un gran senso del dovere, che non è supina obbedienza, ma coscienza civile. Forse senza neanche rendersene conto, hanno seguito l’esempio di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Mio fratello lo diceva sempre: occorre compiere fino in fondo il proprio dovere perché è in questo che sta l’essenza della dignità umana. E l’Italia di dignità ne sta dimostrando tantissima.

Maria Falcone, Presidente Fondazione Falcone

Informazioni

Data: Da Ven 22 Mag 2020 a Gio 28 Mag 2020

Ingresso : Libero

Massimo numero di partecipanti raggiunto


3178