Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Il Circolo di Lettura - Serie "In Prima Persona", 2021: Sogni e favole di Emanuele Trevi

Data:

24/05/2021


Il Circolo di Lettura - Serie

ATTENZIONE! Date le circostanze eccezionali che stiamo attraversando a causa della pandemia dovuta al COVID 19, per motivi di sicurezza, l'incontro non avrà luogo presso la Biblioteca del nostro Istituto, ma sarà gestito online, tramite il programma per videoconferenze ZOOM.

Per la serie di quest’anno leggeremo romanzi tutti scritti in prima persona. L’io narrante in genere è dichiaratamente autobiografico ma ognuno di essi lo sviluppa narrativamente in maniera diversa e originale. In qualche caso la narrazione prende una forma di saggistica personale, in altri è un viaggio conoscitivo per capire se stessi, le origini del proprio modo di essere e la propria famiglia. Sempre, però, i romanzi attraverso la conoscenza delle vicende degli scrittori e delle scrittrici, accompagnano il lettore nella società in cui sono ambientati. Giovanissimi è l’unico romanzo di questa serie non autobiografico, ma è stato inserito proprio perché leggendolo si ha l’impressione forte che lo sia ed è anche una potente rappresentazione della città in cui è ambientato. Come già fatto nelle precedenti edizioni, abbiamo privilegiato romanzi scritti in anni recenti. In questo ciclo, per alternare, abbiamo inserito anche due romanzi classici della letteratura italiana: Una donna e Il male oscuro.

Il libro proposto per la discussione del prossimo incontro sarà:

Sogni e favole di Emanuele Trevi (Ponte alle Grazie, 2019)
(Vincitore del premio Viareggio-Rèpaci 2019 per la Narrativa)

Roma, 1983. Il Novecento brilla ancora. Emanuele, neppure ventenne, lavora in un cineclub del centro. Una notte, al termine di un film di Tarkovskij, entra in sala e vi trova un uomo solo, in lacrime. È Arturo Patten, statunitense trapiantato a Roma, uno dei più grandi fotografi ritrattisti. Per tutto lo scorcio del secolo, Emanuele ascolterà la lezione del suo amico, Lucignolo e Grillo Parlante assieme, che vive la vita con invidiabile intensità, e grazie a lui incontrerà Cesare Garboli, il «grande critico» cui è qui dedicato uno splendido cammeo, che prima di morire gli affiderà la missione di indagare su Metastasio e sul suo sonetto Sogni, e favole io fingo. «Favole finge» tutta la grande letteratura moderna qui evocata, da Puškin a Pessoa fino ad Amelia Rosselli, somma poetessa italiana del Novecento, che abita nella stessa strada di Arturo e che come lui lascerà la vita per scelta; Emanuele incontrerà più volte quel meteorite umano, sempre in fuga da oscuri e spietati nemici, e con Arturo è lei, e la sua eredità, l'altra protagonista di questo folgorante «libro strano» di Trevi – romanzo autobiografico e divagazione saggistica assieme, sette anni dopo Qualcosa di scritto.
Arturo, Amelia, Metastasio guidano lui e noi nel cuore di una Roma piovosa e arcaica, nel cerchio simbolico della depressione e dell'insensatezza, verso l'approdo vitale dell'illusione: se, come scrive Metastasio, le storie inventate suscitano in noi la stessa commozione delle vicende reali, forse di sogni e favole è fatta la vera vita.

Emanuele Trevi, nato a Roma nel 1964, è uno dei critici più promettenti della nuova generazione. Collabora al Corriere della Sera, al Manifesto e alla trasmissione radiofonica Lucifero di Radio Tre, con una sezione dedicata alla poesia. È redattore di Nuovi Argomenti. Ha fatto parte della giuria del premio Calvino nel 2001, e del premio Alice 2002. È stato editore della casa editrice Fazi e ha collaborato con la casa editrice Quiritta

Tra le sue pubblicazioni più recenti: I cani del nulla (Einaudi 2003), Senza verso. Un’estate a Roma (Laterza 2004), Il libro della gioia perpetua (Rizzoli 2010), Qualcosa di scritto (Ponte alle Grazie 2012), Il popolo di legno (Einaudi 2015), Sogni e favole (Ponte alle Grazie 2019), Due vite (Neri Pozza 2021) selezionato tra i finalisti dell’edizione del Premio Strega 2021.

I suoi libri hanno riscosso un notevole successo di critica sulle pagine letterarie dei magazine e dei quotidiani più engagé.

Il link internet, essenziale per collegarsi ed unirsi alla discussione, verrà comunicato, qualche giorno prima della data dell'incontro, a tutti coloro che si saranno prenotati.

Il circolo di lettura è un’opportunità per creare un dialogo tra persone di diverse nazionalità e vedute, appassionate di narrativa italiana. In particolare, per gli studenti dei nostri corsi avanzati che desiderano approfondire la conoscenza dell’italiano. Non lasciatevi scoraggiare dal fatto che la vostra padronanza della lingua italiana non sia perfetta: gli incontri si svolgono infatti in un’atmosfera molto amichevole e informale.

I posti disponibili sono limitati. Per partecipare inviate un messaggio a: library.icilondon@esteri.it 

Informazioni

Data: Lun 24 Mag 2021

Orario: Alle 18:00

Organizzato da : ICI London

Ingresso : Libero


Luogo:

Online - Zoom

3373