Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Il Circolo di Lettura 2022: Il sentimento del ferro di Giaime Alonge

Data:

10/10/2022


Il Circolo di Lettura 2022: Il sentimento del ferro di Giaime Alonge

Il sentimento del ferro di Giaime Alonge
Lunedì 10 ottobre, ore 18.
Incontro gestito online tramite il programma per videoconferenze Zoom.
I posti disponibili sono limitati. Per partecipare inviate un messaggio a: library.icilondon@esteri.it 

La nuova serie di incontri del Circolo di Lettura del 2022 si apre a romanzi che si ispirano e parlano di eventi storici recenti ma lo fanno con soluzioni narrative diverse tra loro: dalla pura finzione fino a personaggi di finzione che interagiscono con personaggi storici; dal reportage di eventi alla storia personale e familiare. Romanzi differenti per respiro, stile e contenuto ma che si prestano ad aprire discussioni sulla letteratura e sul modo di riscrivere la storia.

Il sentimento del ferro. “Una spy story in bilico tra due continenti e due epoche, un romanzo corale su una civiltà al tramonto”. Agli inizi degli anni Quaranta, il maggiore delle SS Hans Lichtblau viene messo alla guida di un programma di ricerca che utilizza i prigionieri dei campi di concentramento come cavie, ma anche come assistenti, inquadrati nel Kommando Gardenia. Sullo sfondo degli esperimenti, la “soluzione finale del problema ebraico”, l’avanzata nazista in Russia e la colonizzazione dei territori dell’Est, poi, inaspettata, la disfatta e la caduta di Berlino. Del Kommando fanno parte Shlomo Libowitz, nato in uno shtetl polacco e convertitosi al sionismo nel Lager, e Anton Epstein, ebreo assimilato della borghesia praghese, convinto che l’unica risposta possibile alla barbarie sia il socialismo. Shlomo e Anton sopravvivono alla guerra e al trattamento di Lichtblau, testimoni scomodi di un mondo passato, eppure ancora capace di influire sul presente. A distanza di quarant’anni, per conto di mandanti diversi e in apparenza inconciliabili, i due reduci si mettono sulle tracce di Lichtblau, il quale, in America Centrale, combatte i sandinisti per conto della CIA, razzia villaggi e smercia droga. Quella di Anton e Shlomo è una vendetta tardiva, in una corsa contro il tempo, perché la vita potrebbe essere troppo breve per saldare tutti i conti.

Giaime Alonge è professore associato di Storia del cinema all'Università di Torino ed è redattore de “La Valle dell’Eden. Quadrimestrale di cinema e audiovisivi”. È stato visiting professor all'Università di Chicago. Si occupa in prevalenza di cinema americano, del rapporto tra cinema e storia, di cinema di animazione. Tra le sue pubblicazioni: Il disegno armato. Cinema di animazione e propaganda bellica in Nord America e Gran Bretagna, 1914-1945 (2000), Cinema e guerra. Il film, la Grande Guerra e l'immaginario bellico del Novecento (2001), Uno stormo di stinger. Autori e generi del cinema americano (2004), L'arte di uccidere un uomo (2009), Il cinema. Tecnica e linguaggio. Un'introduzione (2011), Scrivere per Hollywood. Ben Hecht e la sceneggiatura nel cinema americano classico (2012). È coautore con Giulia Carluccio di Il cinema americano classico (2006) e di Il cinema americano contemporaneo (2015). Ha anche firmato alcune sceneggiature cinematografiche (I nostri anni, 2000; Nemmeno il destino, 2004; Ruggine 2011).

Informazioni

Data: Lun 10 Ott 2022

Ingresso : Libero


Luogo:

Online

3584