Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

What We Already Think We Know | Giovane Fotografia Italiana a Londra

GFI PREMIO LUIGI GHIRRI

What We Already Think We Know
Premio Giovane Fotografia Italiana | Luigi Ghirri
Marina Caneve, Giulia Mangione, Giulia Parlato, Iacopo Pasqui, Vaste Programme
A cura di Ilaria Campioli e Daniele De Luigi

Opening Party | Martedì 14 maggio, ore 18.30, presso l’Istituto Italiano di Cultura a Londra (39 Belgrave Square, London, SW1X 8NX). Per prenotarsi, utilizzare questo LINK

Dal 15 al 31 maggio 2024 presso l’Istituto Italiano di Cultura a Londra (39 Belgrave Square, London, SW1X 8NX), dalle ore 9 alle ore 17. Senza obbligo di prenotazione.

Marina Caneve, Are They Rocks or Clouds, Experience #02, 2018-2019.

La mostra What We Already Think We Know presenta una selezione di opere provenienti dai progetti che si sono aggiudicati dal 2018, anno della sua istituzione, il Premio Giovane Fotografia Italiana | Luigi Ghirri e che sono conservate nell’omonima collezione custodita nella Fototeca della Biblioteca Panizzi di Reggio Emilia.

Grazie al sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura a LondraWhat We Already Think We Know sarà esposta per la prima volta nella capitale britannica durante la settimana di apertura della prestigiosa Fiera Photo London.

Nei cinque progetti presentati in mostra da Marina Caneve (Are They Rocks or Clouds?, 2018-2019), Iacopo Pasqui, (N, 2018-2021), Giulia Parlato (Diachronicles, 2019-2022), Giulia Mangione (The Fall, 2021-2022) e Vaste Programme (The Long Way Home of Ivan Putnik, Truck Driver, 2019-2020), il dispositivo fotografico è utilizzato per affrontare alcune delle principali tematiche della contemporaneità, oltre che per riflettere sulla natura stessa del medium. Caratterizzati da un approccio artistico e trans-mediale, i progetti raccontano del rapporto sempre più complesso con la natura e l’ambiente, della provincia, dei giovani che la abitano e delle paure collettive della società, anche attraverso l’impiego di materiali d’archivio.

Giovane Fotografia Italiana | Premio Luigi Ghirri è un progetto del Comune di Reggio Emilia dedicato alla scoperta e valorizzazione dei talenti emergenti della fotografia in Italia. Il format prevede una open call gratuita – rivolta ad artiste e artisti under 35 – che invita a presentare un progetto fotografico votato alla ricerca e in linea con il concept dell’edizione. Una commissione internazionale seleziona i progetti che, grazie ad un contributo economico destinato agli artisti, sono prodotti ed esposti in una mostra collettiva nel programma del festival Fotografia Europea a Reggio Emilia.

Nel corso degli anni, Giovane Fotografia Italiana è diventato un punto d’osservazione privilegiato sullo stato della ricerca fotografica e sugli sviluppi del medium, sostenendone le ricerche più avanzate. Grazie al bando Strategia Fotografia 2023, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, è stato possibile dare inizio alla Collezione, affiancando ad un primo nucleo di opere incamerate a partire dal 2016, un corpus più strutturato, attraverso l’acquisizione dei cinque progetti che si sono aggiudicati il Premio Luigi Ghirri.

Un’occasione unica per incontrare gli artisti e conoscere i maggiori esponenti della fotografia contemporanea italiana e internazionale.

Giulia Mangione, The Fall, And I Saw, and Behold, a White Horse, 2021-2022.

Giulia Parlato, Diachronicles, Lizard, 2019-2022.

Iacopo Pasqui, N, N #01, 2018-2021.
Vaste Programme, The Long Way Home of Ivan Putnik, Truck Driver, Senza Titolo, 64.5364456 39.7954062, 2019-2020.
  • Organizzato da: ICI London
  • In collaborazione con: Giovane Fotografia Italiana, Comune di Reggio Emilia